Massaggiatore torinese uomo-uomo: gay e etero realizzano le loro fantasie

L’uomo vuole essere felice, ma la società lo vuole buono. (Oscar Wilde)

Massaggiatore per uomini: da me gay e etero realizzano le loro (e le mie) fantasie.

 

Come sopravvivere a un massaggio per uomini

Hai la curiosità di provare un massaggio rilassante e completo, ma non vuoi sorprese? Se sei approdato a questo sito, non è certo per conoscere me, quindi non ti annoierò con la storia della mia vita. Se per te è la prima volta, desidero comunque presentarmi in due righe.

 

PIACERE, LORENZO.

 

DOVE SEI?

Se decidi di venire a provare questa esperienza, troverai un ambiente pulito, tranquillo e informale. Non troverai, invece, sorprese. Scopri dove eseguo i miei massaggi tantra a Torino (CLICCA QUI E GUARDA SULLA MAPPA).

 

Come sei diventato massaggiatore per uomini?

Ho iniziato a massaggiare uomini nel 2013, all’età di 30 anni, quando i massaggiatori per uomini a Torino, la mia città, non erano ancora così conosciuti. È stata solo questione di tempo: in pochi anni sono sorti centri massaggi un po’ ovunque e il fenomeno è esploso anche da queste parti.
Oggi, la moda dei massaggi è roba passata. Eppure, trovare massaggiatori che massaggino solo uomini (male masseur in inglese) è ancora un’impresa. È stato questo il motivo che mi ha spinto a creare il sito che stai leggendo adesso.
La vera sorpresa è stata che quasi tutto quello che ho imparato lo devo agli uomini che ho massaggiato fino a oggi. Ognuno di loro mi ha insegnato qualcosa di nuovo e alla fine, anche per me, è come se ogni volta fosse sempre la prima volta.

 

Perché massaggi solo uomini?

Semplice: perché credo che mi venga bene e perché mi piacciono gli uomini. Mi sono sempre piaciuti. Così, nel tempo e attraverso i miei massaggi con happy ending (detto anche “release” o “servicing” dagli americani) ho dato forma a questa mia attrazione. Massaggiare uomini mi permette di realizzare molte delle mie fantasie e di accedere a quel mondo maschile che potrei solo sognarmi nella vita normale. Quello che però non mi aspettavo da questa esperienza è che la realtà superasse ogni mia fantasia.

 

Etero o gay?

La classica domanda da un milione di dollari.
Da me vengono uomini di ogni orientamento sessuale e ovviamente anch’io in passato ho avuto le mie esperienze, che mi hanno fatto maturare e capire chi sono e cosa voglio veramente nella mia vita. Conosco molto bene l’ambiente gay, con le sue spietate leggi dell’apparire e dell’effimero: nulla di più lontano dal mio modo di essere. Io ho avuto la fortuna di incontrare una persona speciale che crede in me e che mi appoggia in ciò che ho scelto di fare, senza ostacolarmi mai.

 

CHE MASSAGGI FAI?

Sei alle prime o hai già ricevuto altri massaggi ma non sei rimasto soddisfatto? Hai sentito parlare di massaggi tantra e ti è venuta voglia di provare? Fai un salto alla pagina delle mie specialità per scoprire che tipo di massaggi eseguo (CLICCA QUI) e cosa ti sei perso fino ad oggi.

 

Coiti e sensi di colpa

Durante una sessione tantrica, le stimolazioni sensoriali sono tante e, per alcuni, del tutto nuove. Per non rischiare di eiaculare sul più bello, io uso anche degli anelli magnetici o ballstretcher (stringipalle), che trattengono in una morsa d’acciaio anche gli orgasmi più esplosivi.
Come per le migliori sbronze, anche dopo il coito maschile, più o meno precoce, arrivano (quasi) sempre i sensi di colpa. Nel caso dei massaggi per uomini l’unico senso di colpa che può venirti è di non aver speso bene il tuo tempo, scegliendo il massaggiatore sbagliato.

 

Ball stretcher magnetico e cockring acciaio
GIOIELLI DI FAMIGLIA. Questi ballstretcher magnetici trattengono anche le eiaculazioni più precoci.

 

Zone erogene maschili

Anche gli uomini hanno dei punti sensibili, che se correttamente stimolati producono un benessere psico-fisico molto intenso. Guarda caso, un modo per scoprirli tutti è proprio con un massaggio tantrico. Magari con un massaggio completo in tutte, ma proprio tutte le zone del tuo corpo, tanto per non sbagliare.
Non tutti, però, sono sensibili allo stesso modo e negli stessi punti: c’è chi prova piacere a farsi succhiare le orecchie, chi gode facendosi strizzare i capezzoli (il famoso nipple play) e chi ancora ama farsi stimolare con la lingua sotto le palle o tra il prepuzio e l’uretra. Anche tu?

 

Verginità o virilità?

A molti uomini che provano i miei massaggi tantrici maschili per la prima volta, si apre un mondo nuovo. Altri, invece, sono già aperti. Il mio ruolo, in tutti i casi è quello di farti sentire il più possibile a tuo agio, senza mai mettere in discussione la tua virilità.

 

Massaggi cinesi? No, grazie!

Il famigerato massaggio romantico di cui molti mi raccontano, non ha mai fatto innamorare nessuno. Perché non essere compresi non fa mettere a proprio agio ed essere massaggiati con distacco non fa rilassare.
Personalmente, non mi spaventa scambiare due parole, anche se il più del tempo che staremo insieme è probabile che avrò la lingua impegnata in altro…

 

Sei riservato?

L’esperienza mi ha insegnato che per certe cose la riservatezza è tutto. Per questo motivo non rispondo mai ai messaggi, non richiamo e non salvo numeri. Infatti, non è raro che riconosca volti noti o che massaggi persone che già conosco, ma per me non cambia nulla: quando si è nudi non ci sono più differenze.